Il circuito del Montenero

I° CIRCUITO DEL MONTENERO
(25 Settembre 1921)

Introduzione Articoli Foto Classifica
e piloti
Percorso Pubblicità
Pubblicazioni
Coppa del mare Montenero
Home



La nascita della gara si deve ad uno sparuto gruppo di pionieri, capitanati dall’ingegner Emanuele Rosselli, costruttore ad inizio secolo in Torino delle moto Lilliput-Rosselli e che era tornato nella sua terra natale dopo la chiusura dell’attività; da Paolo Fabbrini e dal giornalista Raffaello Mei, che dopo notti insonni individuarono il tracciato leggermente diverso nella parte cittadina di quello storico ed anche un po’ più breve che avrebbe costituito il Circuito del Montenero e fatto nascere nell’estate del 1921 la prima edizione della Coppa del Montenero con appena 11 partenti al via, dei quali solo quattro conclusero la gara che fu vinta dal fiorentino Corrado Lotti con una Ansaldo ad una media inferiore a 40 Km/h. La gara fu caratterizzata dalla lotta fra Lotti e la Fiat di Cecchi finché al quinto giro con i due rivali divisi solo da 1/5 di secondo, un guasto al tubo dell’olio della macchina di Cecchi metteva fine al duello e Lotti concludeva vittorioso in tutta sicurezza aggiudicandosi anche le 3000 lire e la coppa destinate al vincitore assoluto, nonché un orologio d’oro per il successo di classe.
(Da: Maurizio Mazzoni: “Lampi sul Tirreno”, Firenze 2006)